Luca Capodiferro nuovo Presidente “Amici della LIUC – Università Cattaneo”

Luca Capodiferro, 48 anni, avvocato gallaratese, è il nuovo Presidente dell’Associazione “Amici della LIUC – Università Cattaneo”. Sostituisce Enrico Colombo, che ha retto l’Associazione negli ultimi sei anni.

L’Associazione è stata fondata nel gennaio 1992, subito dopo l’avvio del primo anno accademico della LIUC e ha sempre avuto lo scopo prioritario di contribuire a far conoscere il nuovo Ateneo voluto dall’Unione degli Industriali della Provincia di Varese per formare una nuova classe dirigente di manager da impiegare sia nel settore produttivo, sia nella Pubblica Amministrazione e nella Giustizia, sia in quelle libere

professioni che hanno maggiore attinenza con l’economia (commercialisti, avvocati, notai).
Altro scopo dell’Associazione è quello di raccogliere fondi da destinare alle borse di studio per gli studenti dell’Università. Somme impiegate secondo i criteri di merito e di reddito che presiedono l’erogazione delle borse di studio in LIUC.

Affiancano il nuovo Presidente Luca Capodiferro i componenti del Consiglio di Amministrazione eletti per il triennio 2014- 2016: Alberto Lazzarini, Enrico Colombo, Vittore Malacrida, Piero Giardini, Luigi Mario Colombo, Francesco Leone, Claudio Cerini, Roberto Mona, Ivan Spertini, Giuseppe Anselmo, Marino Vago, Gianfranco Rebora, Simone Magnano, Albino Gornati. Revisore dei Conti: Giuseppe Merlini.

LIUC – Comunicati Stampa: Luca Capodiferro nuovo Presidente %22Amici della LIUC – Università Cattaneo%22 l’Inform@zione – Online

l’Inform@zione – Online

Il mancato rispetto delle distanze legale impedisce il rilascio del condono edilizio?

Il mancato rispetto delle distanze legali tra diverse costruzioni non è ostativo al rilascio del condono edilizio da parte della Pubblica Amministrazione.
Il condono edilizio attiene, infatti, al rapporto pubblicistico tra il comune e il richiedente, nel senso che viene sanata la violazione delle disposizioni di carattere urbanistico-edilizio nei soli rapporti tra l’amministrazione e il richiedente.
Resta sempre salva la possibilità dei proprietari limitrofi, che fossero danneggiati dalla violazione, di far valere il diritto al rispetto delle distanze davanti al giudice civile ordinario, a tutela del diritto di proprietà.

Così ha deciso il Consiglio di Stato, Sez. VI, 11 settembre 2013, n. 4494